Archivi categoria: pazienti alzheimer

Hogeway, villaggio ideato per pazienti Alzheimer

Miniappartamenti organizzati secondo diversi stili di vita per anziani dementi.

Costato 20 milioni di euro al governo di Amsterdam, prevede per ogni paziente una spesa di 10mila euro al mese, che però non sono interamente a carico degli ospiti. Quelli che pagano di più – i più “ricchi” – ne pagano 4.500, gli altri meno. Al resto provvede il sussidio governativo. L’idea bella è che i pazienti vivono in “famiglie” di sei o sette persone in ambienti arredati in modo da richiamare quelli da cui provengono. Poi ci sono gli ambienti comuni, per la socializzazione: cappella per pregare, studio di pittura e semplice bricolage, sala da musica e perfino un teatro. Infine i negozi, nei quali si può comperare quel che si desidera, ma senza uso dei soldi. Va tutto sul conto della stanza, come in albergo. Per il resto si sta fuori, nel parco. Il più possibile assieme ad altri, perché sembra che l’isolamento giochi un ruolo importante nel deterioramento delle cellule nervose. Ed è facile trovare da giocare o da conversare con qualcuno perché il personale è lì apposta per assumere la parte del vecchio amico o di chi il cittadino di Hogewey pensa che sia. I familiari? Hanno libero accesso: quando vogliono possono andare a trovare i loro cari.

Visto il successo dell’iniziativa (gli ospiti entrati all’apertura – lo si è detto – sono ancora tutti vivi e vegeti) in Inghilterra, vicino a Wakefield, è nato un centro simile (Abbey Place Care Home, Fartown) ma con una limitazione: tutto rimanda agli anni Cinquanta e solo a quegli anni. Che non sono, dunque, quelli del primo manifestarsi della patologia (come pensano a Hogewey) ma quelli delle giovinezza dei pazienti. Non la memoria a breve, dunque, ma quella a lungo termine.

villa

http://www.panorama.it/scienza/salute/alzheimer-viaggio-a-hogeway-la-citta-dei-senza-memoria/

Annunci